• Weber&Weber
  • 06
  • 07
  • Habitat
  • Seconda Sala
  • Prima Sala
  • Galleria

    WEBER & WEBER

    ARTE MODERNA E
    CONTEMPORANEA

  • Galleria

    WEBER & WEBER

    ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

  • Galleria

    WEBER & WEBER

    ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

  • Galleria

    WEBER & WEBER

    ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

  • Galleria

    WEBER & WEBER

    ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

  • Galleria

    WEBER & WEBER

    ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

Mostra in corso

INAUGURAZIONE MOSTRA

giovedì 13 dicembre 2018, ore 18-21

Denis Kelly
"A sense of order. A sense of disorder."

Periodo mostra: 13 dicembre - 2 febbraio 2019
Orario da martedi a sabato ore 15.30-19.30;


Mostra
A cura di Valeria Ceregini

Denis Kelly è sicuramente il pittore irlandese astratto che meglio incarna i valori dell'”astrattismo puro”, dove il mancato uso figurativo è da intendersi come forma di espressione artistica della propria esperienza di vita.
Ogni elemento compositivo della sua pittura è infatti parte integrante di un lessico capace di trasmettere attraverso linee, forme e colori tutta la portata vitalistica di questo artista che accetta il rischio, l'evento accidentale che compare nei suoi dipinti come frutto di una ricerca geometrico-spaziale in grado di accogliere l'elemento occasionale.
La sintesi linguistica del mondo che lo circonda, rielaborato attraverso le forme geometriche e l'analisi spaziale, da vita sulla tavola a una composizione di forme dai colori brillanti che rivelano prospettive ed elementi fortuiti provenienti dal reale.
L'uso da parte di Denis Kelly della tavola in legno come supporto denota una certa attenzione verso quelle che sono le tradizoni pittoriche. Cio' che lo rende un innovatore e un “rivoluzionario” è, di fatto, l'impiego di superfici lignee ritrovate nel quotidiano. Questi object trouvé assumono un ruolo fondamentale nella sua arte poiché in essi riaffiorano elementi del tutto inusitati.
La commistione fra la tradizone artistica antica e quella più moderna fa si che l'artista rinnovi il mezzo pittorico attraverso questo escamotage stilistico. Egli genera così un cortocircuito fra l'arte del passato e del presente anche attraverso l'uso di moduli ripetuti, come una sorta di antichi patrones, figure sagomate indispensabili per la riproduzione esatta di moduli figurativi.
Nel caso di Kelly questi patroni non sono altro che delle matrici geometriche che gli permettono la riproduzione controllata delle figure geometriche che organizza nello spazio della tavola.

  


 

La Galleria

La Galleria Weber è nata nel 1976.
Nel corso degli anni ha ospitato più’ di duecento mostre d’arte contemporanea. Nel 2006 la Galleria cambia denominazione diventando “Weber & Weber”.

La Galleria si e’ distinta sin dall’inizio della sua attività’ per essersi occupata di giovani artisti, sia nazionali che internazionali, molti dei quali alla loro prima esposizione.
All’attività’ espositiva si e’ affiancata la casa editrice “Weber & Weber” con una produzione di volumi su artisti e situazioni artistiche di taglio contemporaneo e storico.

Attualmente la galleria si occupa, con continuità, dei seguenti artisti:
Silvia Amodio, Vasco Ascolini, auroraMeccanica, Sandro Beltramo, Elisa Bertaglia, Gregorio Botta, Simone Bubbico, Davide Di Taranto, Liselotte Frauenknecht, Federico Guerri, Daniele Guolo, Horiki Katsutomi, Roberto Kusterle, Bruno Lucca, Marcovinicio, Francesco Nonino, Greta Pasquini, Jean Revillard, Sylvie Romieu, Ugo Simeone, Antonio Violetta, Natale Zoppis.

Weber & Weber

Galleria Arte Moderna e Contemporanea

gallery

Dove siamo

Weber & Weber su Instagram

galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber
galleria_weber